Christian Astrology - Capitolo LX

Sposerò l'uomo che desidero?

 

 

La richiedente era di alta statura, di colorito vivace, sobria, discreta, forbita nel parlare. L'uomo richiesto era molto alto, snello, leggermente curvo, con viso allungato e capelli neri. Attribuisco la sua altezza a Giove, essendo Giove e la cuspide della 7° casa nei termini di Mercurio. In realtà il fatto che un significatore sia nei termini di un qualunque altro pianeta ne modifica leggermente il temperamento e la costituzione naturali, dal momento che acquisterà una piccola o grande sfumatura da quel pianeta in base alla sua dignità. Il colore scuro dei suoi capelli ritengo derivi dal fatto che Giove è in aspetto (sestile) con Saturno e la Luna è in quadratura a Giove e sotto l’orizzonte.
Mercurio, retrogrado e sotto i raggi del Sole, è qui significatore della richiedente, in difficoltà e preoccupata che l’uomo che ama non la voglia . Potrebbe avere ragione, perché Giove è in esaltazione e vicino al sestile con Venere, prova che l’uomo era in rapporto e aveva senz’altro avuto intrallazzi con qualcun’altra. Tuttavia, essendo entrambi i significatori in semisestile e in case favorevoli io trassi la speranza che ci fossero tra loro scintille d’amore; inoltre scoprii che la Luna era in quadrato separativo da Giove e, per traslazione, ne portava la luce con un aspetto di trigono a Mercurio, signore dell’ascendente, e che Mercurio angolare riceveva volentieri la virtù che la Luna portava da Giove a causa del suo moto retrogrado.
Quindi mi convinsi che l’incontro si sarebbe all’improvviso concretizzato, grazie ad una donna rappresentata dalla Luna, che si sarebbe adoperata per portare a termine la questione, e che alla fine, con qualche difficoltà, avrebbe realizzato il matrimonio con soddisfazione di entrambe le parti.

w