Bibliografia

L’astrologia oraria è stata riscoperta ed è praticata soprattutto nel mondo anglosassone. Pertanto alcune delle pubblicazioni fondamentali sull’argomento sono in inglese.

Non tutti i testi elencati sono ugualmente consigliabili. Il simbolo stella contrassegna quelli che ritengo indispensabili o molto utili.

 

Testi in italiano:

 

stella Patrizia Nava, I semi del tempo. Le relazioni amorose nell'astrologia oraria, Edizioni Capone 2011. Il manuale analizza le tecniche tradizionali di interpretazione della carta oraria, così come sono state tramandate dalle fonti classiche, focalizzando l'attenzione sull'applicazione pratica, con numerosi esempi di vita reale. Il lettore potrà così apprendere gradualmente questa antica arte e applicarla concretamente per comprendere sempre meglio le proprie relazioni e i sentimenti delle persone coinvolte. Le stesse tecniche potranno poi essere utilizzate per ogni tipo di domanda oraria.

Informazioni e ordini: www.chiaracelesteedizioni.it

 

stella Deborah Houlding, Le case: i templi del cielo, Edizioni Capone 2010.
Utile per chiarire le origini e i significati delle dodici case nell'astrologia tradizionale. Traduzione di Meskalila Nunzia Coppola.

 

stella Giuseppe Bezza, Commento al primo libro della Tetrabiblos di Claudio Tolemeo, Nuovi Orizzonti 1990. Non è certo un testo di astrologia oraria, ma rimane una lettura fondamentale per chi si occupi di astrologia classica e voglia acquisire solide basi.

 

Giancarlo Ufficiale e Fabrizio Corrias, Sfere, ilmiolibro.it 2013.

Elementi di base di Astronomia e tecnica ad uso della pratica astrologica generale.
Questo libro è dedicato a chi voglia apprendere gli elementi di base dell'Astrologia della Tradizione e le metodiche che le sono proprie. Sebbene non tratti di astrologia oraria, è comunque un testo utile e interessante per chi aspiri ad una solida formazione.

 

Marc Edmund Jones, Astrologia Oraria, Armenia 1995 (1943).

Come ha scritto Deborah Houlding, "Mi riesce difficile consigliare questo libro a qualcuno." Le tecniche "tradizionali" proposte derivano dalla versione ottocentesca di Zadkiel, notoriamente infedele all'originale, dell'opera di Lilly. Pertanto si discosta notevolmente dalla tradizione. Approccio discutibile.

 

Zadkiel (R.J. Morrison), W. Lilly: Grammatica astrologica, Meb, a cura di Grazia Mirti.

Nonostante il titolo, non si tratta dell'opera di William Lilly, ma della versione pesantemente rimaneggiata con consistenti tagli e aggiunta di materiale estraneo che l'astrologo Zadkiel (R.J. Morrison) pubblicò nel 1835 col titolo An Introduction to Astrology by William Lilly with Numerous Emendations, adapted to the Improved State of the Science. Also a Grammar of Astrology and Tables for Calculating Nativities. La traduzione italiana di Franca Cargnello Ventura si basa su una riedizione del 1927.

 

Erik van Slooten, Astrologia Oraria Classica, Edizioni Capone 2010.

L'autore ha qui corretto diversi errori tecnici e interpretativi presenti nel suo manuale precedente.

 

Gerolamo Cardano, Aforismi astrologici, a cura di G. Bezza, Xenia Edizioni, Milano 1998.

Pubblicato per la prima volta a Norimberga nel 1547 col titolo Aphorismorum astronomicorum segmenta septem, fu apprezzato e tradotto anche da William Lilly nel suo Anima Astrologiae.

 

Eugenio Garin, Lo zodiaco della vita, Editori Laterza 1976.

La polemica sull'astrologia dal trecento al cinquecento, da uno dei maggiori storici italiani del pensiero filosofico.

 

Al Biruni, L’Arte dell’Astrologia, a cura di Giuseppe Bezza, Mimesis, Milano 1992.
Il più completo trattato di astrologia della cultura islamica del X-XI secolo.

 

 

 

Testi in inglese:

 

stella William Lilly, Christian Astrology voll.1-2, Ascella Publications, London 1999.
A cura di Deborah Houlding. Tecnica astrologica ed Oraria, difficile ma indispensabile. Fortunatamente, i caratteri tipografici sono moderni. Ancora migliore l'edizione Astrology Classics del 2005.

 

William Lilly, Christian Astrology vol.3, Ascella Publications, London 1999.
Astrologia natale. Anche per questo volume è disponibile un'edizione Astrology Classics con caratteri tipografici moderni e rilegata in modo più solido.

 

stella John Frawley, The Horary Textbook, Apprentice Books, London 2005.
Il miglior manuale moderno di astrologia oraria. Chiaro, esauriente e coraggioso.

Disponibile anche in tedesco, francese, russo, serbo, polacco, greco e spagnolo. A breve sarà disponibile una traduzione italiana dell'ultima edizione ampliata.

 

stella John Frawley, The Real Astrology, Apprentice Books, London 2000.
Critica pungente e divertente dell’astrologia moderna e dettagliata introduzione alle tecniche tradizionali.

 

stella John Frawley, The Real Astrology Applied, Apprentice Books, London 2002.
Alcuni tra i migliori articoli tratti dalla rivista The Astrologer’s Apprentice.

 

John Frawley, Sports Astrology, Apprentice Books, London 2007.
Il tema orario e il tema d'evento applicati ad un'area previsionale specifica: lo sport. Informativo e divertente.

 

stella Barbara Dunn, Horary Astrology Re-examined. The Possibility or Impossibility of the Matter Propounded, The Wessex Astrologer 2009. Utile opera di riferimento che riassume e mette a confronto fonti classiche e tradizionali diverse. Consigliato a chi già abbia uno schema di riferimento chiaro per la pratica dell'oraria.

 

Olivia Barclay, Horary Astrology Rediscovered, Whitford Press 1990.

 

Lee Lehman, The Book of Rulerships, Schiffer 1992.

Elenco sistematico dei governatori planetari secondo William Lilly.

 

Lee Lehman, The Martial Art of Horary Astrology, Whitford Press 2002.

 

stella Guido Bonatti, Decem continens tractatus de astronomia (XIII sec.)
Studio comprensivo di astrologia oraria e natale del più famoso astrologo italiano del '200. In latino. Benjamin Dykes ha pubblicato una traduzione inglese commentata in due volumi: Guido Bonatti, Book of Astronomy, The Cazimi Press, Golden Valley, Minnesota 2007.

 

stella Works of Sahl and Masha'allah, The Cazimi Press, Minneapolis 2008.

La traduzione in inglese di Benjamin Dykes (gli originali sono in latino tradotto dall'arabo), contiene opere di entrambi gli autori medievali con nutrite sezioni dedicate all'oraria. Peccato che l'indice finale non corrisponda alle pagine effettive in cui sono trattati gli argomenti, ma l'autore ha fornito di recente l'Errata Corrige scaricabile dal suo sito.

 

The Book of the Nine Judges, The Cazimi Press, Minneapolis 2011. Compilazione del XII sec. del traduttore latino Ugo di Santalla, riuniva testi sull'astrologia oraria di Masha'allah, Umar al-Tabari, Abu Ma'shar, Sahl bin Bishr, al-Kindi, al-Khayyat ed altri. Tradotto e commentato da Benjamin Dykes, è il terzo e più consistente volume della collana Horary Series, che comprende anche The Forty Chapters di al-Kindi e The Search of the Heart di Ermanno di Carinzia.

 

Dorotheus of Sidon, Carmen Astrologicum, Astrology Classics 2005 (1975).

Scritto un secolo prima di Tolomeo dallo stesso Doroteo famoso per le sue tecniche di interpretazione delle triplicità, tratta di astrologia natale, elettiva ed oraria. Nella versione di David Pingree.

 

stella Abraham Ibn Ezra, The Beginning of Wisdom, ARHAT Publications 1998.

Curato da Robert Hand e tradotto da Meira Epstein dall'originale ebraico del 1148, è un'introduzione ai principi di base dell'astrologia medievale.

 

Dorian Greenbaum, Temperament, Astrology's Forgotten Key, The Wessex Astrologer 2005. Presentazione e semplificazione applicativa delle teorie classiche su umori e temperamenti.

 

Oscar Hofman, Classical Medical Astrology: Healing with the Elements, The Wessex Astrologer 2009. Un libro moderno per imparare l'oraria medica tradizionale e la teoria degli umori. Pratico e accessibile.

 

Nicholas Culpeper, Astrological Judgement of Diseases from the Decumbiture of the Sick, Astrology Classics 2003. Astrologia medica nel 1655.

 

Richard Saunders, The Astrological Judgement and Practice of Physick, Astrology Classics 2003. Carte di decubito e diagnosi medico - astrologiche nel 1677.

 

Joseph Crane, Astrological Roots: The Hellenistic Legacy, The Wessex Astrologer 2007. Chiara introduzione, ricca di esempi pratici, ai principi e alle tecniche dell'astrologia ellenistica. Tratta di astrologia natale, non oraria, ma è comunque utile per chi si occupi di astrologia classica. [vedi recensione see review ]

 

E.M.W. Tillyard, The Elizabethan World Picture, Pelican 1981 (1943).
Utile per comprendere la visione del mondo alla base dell’astrologia medievale e rinascimentale.

 

Testi in francese:

 

Denis Labouré, Prédire par l’astrologie horaire, Cèdra-Astralis 1995.
Snello, preciso e chiarissimo. Utile introduzione alle tecniche tradizionali.

 

Denis Labouré, Astrologie Horaire – une méthode simple pour prédire, Chariot d'or 2006. Manuale pratico di Oraria, si allontana dall'insegnamento di W. Lilly e Olivia Barclay, di cui l'autore è stato allievo, per abbracciare tecniche e metodi (ad esempio l'uso dell'almuten al posto del signore per domicilio) tipici di Claude Dariot (XVI sec.).

 

 

RIVISTE

 

Dedicate all’astrologia oraria e tradizionale, in inglese.

 

The Astrologer’s Apprentice, editor John Frawley (i primi quattro numeri della rivista si scaricano gratuitamente all’indirizzo www.johnfrawley.com)

 

The Horary Practitioner, JustUs & Associates